Sono nata il 3 luglio del 1984, sotto il segno del Cancro e del Rhythm and Blues.

Trascorro i miei primi diciannove anni di vita a Scorrano, grazioso paesino nel cuore del Salento, che mi lascerà in dote la genuinità della sua gente e un certo morboso attaccamento alle sue tradizioni, oltre a un perenne stato d’innamoramento per la maestosità delle luminarie, il gusto speziato e avvolgente dei vermiceddhri cu lu baccalà (piatto tipico della vigilia di Natale) e il misticismo popolare della missa scirrata, acme dei riti della Settimana Santa.

Da mio padre eredito la passione per i viaggi e per la musica. Non anche la sua difficoltà ad apprendere le lingue straniere, che io, al contrario, imparo con disinvoltura.

Per questo decido di iscrivermi al Liceo Linguistico, che supero con il massimo dei voti e, in seguito, di frequentare l’interfacoltà di Economia, Politica e Istituzioni Internazionali (presso l’Università degli Studi di Pavia), da cui mi congedo con una Laurea Magistrale con lode, interamente scritta in inglese e dedicata agli effetti nefasti della crisi dei mutui subprime.  

Nel frattempo, mi scopro una discreta cantante di Acid Jazz e finisco per incidere un disco di Gospel Contemporaneo per Warner Chappell Music Italia, grazie alla Corale L. Valla di Pavia.

All’età di venticinque anni accantono definitivamente i concerti per dedicarmi alla radio (dove presenterò un programma di approfondimento politico, di cui sarò anche autrice) e, con l’irrompere della passione per la cucina gourmet, alla conduzione di cooking show, grazie a una buona presenza scenica che mi deriva dai geni materni.  

Per cinque anni mi dedico a tempo pieno alla progettazione su fondi pubblici (prediligendo i progetti di ricerca e innovazione nel settore agroalimentare), senza trascurare la formazione e l’aggiornamento della professione (vedi i corsi in Europrogettazione e  Web Content Marketing) e delle mie passioni – è del giugno del 2017 la Qualifica Professionale di Sommelier, rilasciata dall’Associazione Italiana Sommelier (AIS). 

Attualmente sono Assegnista di Ricerca presso il Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione dell’Università del Salento, dove seguo da vicino le nuove tecnologie per produrre cibo sano e sicuro in modo sostenibile. E per non farmi mancare nulla, da Febbraio 2018 sono founder e Amministratrice Unica della New Generation Aquaponics srl, una startup innovativa che sviluppa soluzioni high tech per l’acquaponica.

Nel tempo che mi resta, mi porto a cena fuori e racconto le mie avventure enogastronomiche in solitaria (per ristoranti, trattorie e osterie d’Italia e d’Europa), alla variegata platea dei miei followers.

Scopri di più su di me!

Leggi gli articoli dal blog

“Nonna, insegnami a preparare il brodo!”

Avrò avuto quattro anni o poco più.

Scrivevo a stampatello e scandivo le lettere a gran voce. Mi ritenevo una buona maestra, come mia madre (che ai tempi insegnava in un istituto professionale) e obbligavo mio fratello minore a seguire tutte …

L’ennesimo Blog?!

Me lo sono chiesto anch’io. “Fuori tempo massimo, per giunta!” – ho rincarato, visto che mi…

Scorrano State of Mind

Nascere a Scorrano ti segna profondamente: condiziona la tua infanzia, complica la tua giovinezza e ti…